Riprende nel “Messeni” il servizio Centro Diurno e Assistenza Domiciliare per persone videolese pluriminorate

Dopo l’interruzione per le vacanze estive, lunedì  21 settembre 2015 riprende nel Centro “Messeni” la seconda fase dell’undicesima  annualità del Progetto Centro Diurno Socio Educativo e Riabilitativo e Servizio Domiciliare  per persone videolese pluriminorate. Per il momento sono previste solo quattro settimane di attività, grazie ai risparmi sulle risorse del fondo sulle politiche sociali assicurato dalla Regione Puglia. Per garantire la continuità dell’attività progettuale fino alla fine dell’anno bisogna  attendere l’approvazione del bilancio di previsione 2015 da parte della Città Metropolitana di Bari che dovrebbe assicurare gli ulteriori finanziamenti necessari.
Alla ripresa delle attività, oltre al Direttore del Centro Dott.ssa Rosanna Lallone,   interverranno il Consigliere Delegato della Città Metropolitana, Giuseppe Valenzano, e i Presidenti Antonio Montanaro e Luigi Iurlo della Sezione Provinciale di Bari e del Consiglio Regionale dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti. 

Il Progetto prevede la realizzazione fino alla fine dell’anno di n° 2 tipologie di interventi:

1)    il Centro Diurno Socio Educativo e Riabilitativo in favore di n° 15 soggetti videolesi pluriminorati di grado lieve e medio con la possibilità di inserire 1 o 2 di grado grave) che abbiano completato l’obbligo scolastico, per l’effettuazione di attività formative e di laboratorio per otto ore giornaliere.

2)    Il Servizio Domiciliare in favore di n° 11 soggetti videolesi pluriminorati di grado medio e grave da effettuarsi a domicilio degli utenti e/o nel contesto socio-ambientale di appartenenza per massimo n° 8 ore settimanali.


L’attuazione del Progetto nel Centro “Messeni” è realizzata in convenzione con la Sezione Provinciale di Bari dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS, in modo integrato e coordinato, con il Dirigente del Servizio Politiche Sociali della Città Metropolitana di Bari, avvalendosi della collaborazione del personale del Centro “Messeni” ed utilizzando le risorse strumentali e i locali ivi disponibili.


Find us on Google+