Sintesi dei lavori del Consiglio di Amministrazione dell’Istituzione Centro “Messeni”


Giovedì 28 luglio si è riunito il Consiglio di Amministrazione dell’Istituzione Centro “Messeni – Localzo” di Rutigliano.  Alla riunione, convocata d’urgenza per l’approvazione  del bilancio previsionale 2016, sono intervenuti Luigi Iurlo, Presidente Regionale dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, i Consiglieri Dott.ssa Anna Maria Caiati e Dott. Vito Cornacchia, rappresentanti della Città Metropolitana di Bari e la Sig.ra Rossella Stallone, rappresentante della Sezione Provinciale dell’U.I.C.I.. Erano assenti giustificati il Sig. Antonio Manzolillo, rappresentante eletto dai genitori e dagli utenti videolesi e la Dott.ssa Rosanna Lallone, Direttore del Centro “Messeni“.
Il Presidente Iurlo ha relazionato sul bilancio preventivo 2016 evidenziando che si caratterizza, salvo ulteriori controlli, integrazioni e concertazioni con gli Amministratori e il Servizio Finanziario della Città Metropolitana, per un totale a pareggio di € 908.823,40. Iurlo ha sottolineato, tuttavia, che, al di là delle limitate entrate, costituite dal fondo di dotazione annuo della Città Metropolitana di Bari, e delle spese previste nel bilancio di previsione 2016,  nell’Istituzione sono realizzati altri sette servizi in convenzione con Enti, Associazioni di categoria e Cooperative sociali su finanziamenti dell’Assessorato al Welfare della Regione Puglia, della ASL Bari e della Federazione Nazionale delle Istituzioni Pro Ciechi di Roma, servizi i cui costi non sono attualmente compresi nel bilancio di previsione 2016, attesa la loro veste contabile in quanto finanziamenti in c/residui.
E’ evidente, ha continuato il Presidente, che le risorse gestionali erogate dalla Città Metropolitana di Bari risultano notevolmente insufficienti per consentire un potenziamento delle prestazioni erogate in favore della popolazione disabile visiva della Città Metropolitana. Infatti, gran parte del fondo di dotazione annuo è destinato nella misura del 50% circa della spesa, al costo del personale di ruolo assegnato; l’altro 50% del contributo annuo della Città Metropolitana è assorbita dalle prestazioni di servizi, destinati al finanziamento di obbligazioni assunte già precedentemente.
Pertanto, sarà compito prioritario del Consiglio di Amministrazione il reperimento presso altri enti pubblici e privati e/o organismi di riferimento di interventi economici finalizzati a potenziare e migliorare l’azione dell’Istituzione sul territorio di competenza sia in termini quantitativi che qualitativi.
In questa prospettiva le finalità generali e gli obiettivi fissati nel Piano Programma Annuale 2016 sono di grande rilevanza strategica per il futuro dell’Istituzione di Rutigliano. In modo particolare, ha concluso il Presidente Iurlo, Il Consiglio di Amministrazione dell’Istituzione Centro “Messeni” dovrà impegnarsi per  il conseguimento della piena autonomia gestionale, funzionale e finanziaria dell’Istituzione per una più rispondente organizzazione ed efficacia dei servizi attivati nella struttura. In merito occorrerà valutare, se l’inquadramento giuridico del “Messeni” come Istituzione si ritiene ormai insufficiente a garantire una adeguata funzionalità della struttura, la trasformazione del Centro “Messeni” in Azienda di Servizi alla Persona (A.S.P.) o in un Centro Regionale per la Disabilità Visiva, anche in conseguenza della l.r. n. 9/2016 con la quale la Regione Puglia ha avvocato a sé le funzioni in materia di assistenza specialistica ai disabili in genere e ai videolesi in particolare.
In conclusione della riunione, dopo approfondita discussione sulla relazione del Presidente, il Consiglio ha approvato all’unanimità il bilancio di previsione 2016, il bilancio pluriennale 2016-2018 e la relazione previsionale e programmatica. 

Find us on Google+