Avvio del Progetto delle Attività Scolastiche e Integrative Extrascolastiche

Mercoledì primo marzo 2017 è convocata, presso la sede della Sezione Provinciale dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Viale Ennio 54 a Bari alle ore 15.30, la riunione degli operatori per la firma dei contratti e la consegna della modulistica e della documentazione necessaria per l’avvio delle Attività Scolastiche ed Integrative Extrascolastiche in favore degli alunni videolesi della Città Metropolitana di Bari.

La riunione prevede il seguente ordine del giorno:
1) comunicazioni del Presidente Provinciale UICI, del Presidente del Centro “Messeni”  e dei responsabili del Progetto;
2) sottoscrizione di persona dei contratti. 
Ogni operatore deve presentare, se non l’ha già fatto, la documentazione richiesta, cioè:
- Il proprio curriculum in formato europeo aggiornato e sottoscritto e riportante la dichiarazione di veridicità di quanto dichiarato e con l’autorizzazione al trattamento dei propri dati personali e corredato dagli attestati giustificativi;
- Copia del proprio documento di identità e codice fiscale;
- Copia del documento di identità e codice fiscale dell’eventuale coniuge.

Per il periodo 16 febbraio – 3 giugno 2017 sono previste massimo n. 90 ore per gli alunni frequentanti la scuola dell’infanzia, e massimo n. 150 ore per gli alunni frequentanti le altre fasce scolastiche.

Il nuovo Progetto, secondo quanto stabilito dalla Regione Puglia e dalla Città Metropolitana di Bari, deve essere espletato, in base alle effettive esigenze di ciascun allievo videoleso assistito, prioritariamente a scuola e qualora a scuola sia garantito il necessario supporto didattico, in accordo con la direzione didattica delle scuole e i docenti di sostegno e curriculari, a domicilio degli alunni e in orario extrascolastico.
Di conseguenza, nella riunione a ciascun operatore verrà consegnata una lettera da presentare alla direzione didattica e ai docenti di sostegno della scuola dell’allievo seguito, nella quale verrà illustrato il nuovo Progetto e la richiesta di concordare il Piano Educativo-didattico Individualizzato.
Nel Piano Educativo-Didattico Individualizzato, che sarà sottoscritto dai genitori, dal Dirigente Scolastico, dall’insegnante di sostegno e dall’operatore delle Attività Scolastiche e Integrative Extrascolastiche, verrà precisato il numero di ore da effettuare a scuola e il numero di ore da assicurare a domicilio, oltre a specificare le caratteristiche dell’attività da svolgere.

Si ricorda che ogni operatore impegnato nell’attuazione del progetto è obbligato a frequentare il Corso di Formazione/aggiornamento che prossimamente sarà organizzato  presso il Centro “Messeni” in collaborazione con la Sezione Provinciale dell’Istituto per la Ricerca la Formazione e la Riabilitazione.

Anche quest’anno, nella realizzazione delle  attività progettuali dovranno essere puntualmente rispettati i criteri fissati dalla certificazione di qualità, pertanto, si richiede la massima attenzione nella compilazione della modulistica sottoposta a revisione da parte dell’ente di certificazione.
Find us on Google+