Consiglio di Amministrazione del 25/07/2017. - Richiesta intervento urgente per garantire la regolarità e continuità dei servizi attivati nell’Istituzione Centro “Messeni” di Rutigliano.

In data 2 agosto 2017 il Consiglio di Amministrazione dell’Istituzione Centro “Messeni” ha trasmesso al Sindaco, al Delegato alle Politiche Sociali e al Segretario Generale della Città Metropolitana di Bari e, per conoscenza, al Direttore del Centro “Messeni”, la nota, a firma del Presidente Luigi Iurlo, che di seguito si riporta. 

“Il Consiglio di Amministrazione dell’Istituzione Centro “Messeni”,  riunitosi nei locali del Centro alle ore 16.30 di martedì 25/07/2017, a seguito di regolare convocazione notificata con PG   89814 del 20/07/2017 del Presidente dell’Istituzione, 
- constatata l’assenza ingiustificata del Direttore del Centro, Dott.ssa Nunzia Positano, che si aggiunge alle precedenti due assenze dello stesso Direttore alle pregresse riunioni del Consiglio di Amministrazione, tenutesi rispettivamente il 22 marzo e 23 giugno 2017; 
- ascoltata la relazione del Presidente nella quale ha denunciato, tra l’altro, con rammarico e sconcerto, nonostante i continui e reiterati tentativi di contattare il Direttore del Centro a mezzo telefono e posta elettronica, il deliberato intento della Dott.ssa Positano di evitare in questi ultimi mesi ogni confronto per concordare comuni linee di azione sulla programmazione, organizzazione e gestione delle attività del Centro; 

dopo ampia e approfondita discussione sui punti all’ordine del giorno, 

ritiene unanimemente di denunciare alle SS.LL. la situazione di estremo disagio e di vero e proprio boicottaggio messo in atto dal Direttore del Centro nei confronti del Consiglio di Amministrazione e del Presidente dell’Istituzione Centro “Messeni”, entrambi esautorati dalla Dott.ssa Positano nel loro ruolo di “programmazione e di indirizzo dell’attività gestionale, nonché di verifica del grado di raggiungimento dei risultati in relazione ai programmi varati e di elaborazione di quelli successivi” così come sancito  dall’art. 17, comma 1 del Regolamento di Funzionamento dell’Istituzione, approvato dal Consiglio Provinciale con Deliberazione n. 6 del 24/04/2007. L’art. 26, comma 1, dello stesso Regolamento, inoltre, sancisce esplicitamente che “al Direttore, nel rispetto delle direttive impartitegli dal Presidente del C.d.A. dal quale dipende funzionalmente, nell’ambito delle attività dell’Istituzione Centro Provinciale Educativo Riabilitativo per Videolesi “Gino Messeni Localzo”, compete la responsabilità gestionale, ai sensi di legge, dello Statuto della Provincia di Bari e del presente Regolamento, nel rispetto di quanto stabilito dal piano-programma annuale”.  
Di fatto, la Dott.ssa Positano, ignorando il Piano Programma Annuale 2017 approvato dal C.d.A. con Deliberazione n. 4 del 28/09/2016 e il Regolamento di Funzionamento dell’Istituzione, non a sufficiente conoscenza delle attività e dei servizi realizzati nel “Messeni”, presso il quale si è recata solo per una mattinata negli oltre quattro mesi dalla sua nomina, purtroppo, agisce come se il Presidente e il Consiglio di Amministrazione non esistessero, istruendo e approvando atti non preventivamente concordati con il Presidente e con lo stesso C.d.A.. 

I Consiglieri dell’Istituzione sono seriamente preoccupati per la mancanza di coordinamento e sintonia verificatasi nella delicata gestione del Centro, in una fase politico-amministrativa di transizione nell’organizzazione dei servizi realizzati nel “Messeni”, in cui è quanto mai necessaria un’azione unitaria e concordata tra gli amministratori del Centro e della Città Metropolitana. 
Il Consiglio di Amministrazione teme che l’incresciosa situazione di scollamento venutasi a determinare si ripercuoterà inevitabilmente  sui diversi servizi che il Centro “Messeni” assicura agli utenti disabili visivi della Città Metropolitana di Bari e della Regione Puglia. 
Solo per fare alcuni esempi, si segnala:  
il mancato affidamento da parte della Dott.ssa Positano, ad un mese dall’avvio del nuovo anno scolastico, del Servizio Stamperia Specializzato per Videolesi, sospeso a fine dicembre 2016,  che sicuramente comporterà che gli alunni disabili visivi frequentanti le scuole di ogni ordine e grado della Città Metropolitana di Bari, diversamente da quanto accaduto negli ultimi cinque anni, non potranno avere in tempo utile i libri di testo su cui studiare. Si ricorda che la trascrizione dei libri di testo per gli alunni videolesi è uno dei servizi affidati in avalimento dalla Regione Puglia alla Città Metropolitana di Bari, per cui il mancato avvio dell’attività di trascrizione si configura, oltre che  come interruzione di pubblico servizio, anche come inadempienza rispetto alla convenzione sottoscritta con la Regione
- le complesse procedure per l’autorizzazione del Servizio Centro Diurno e Assistenza Domiciliare per persone videolese pluriminorate non sono state ancora completate, per cui, è più che sicuro che quando le famiglie degli utenti richiederanno, giustamente, l’attivazione del servizio il Centro “Messeni” non potrà essere in grado di assicurarlo
- niente è dato sapere, a tutt’oggi, da parte della dott.ssa Positano sui tempi e le modalità di attivazione del Progetto delle Attività Scolastiche e Integrative Extrascolastiche in favore degli allievi disabili visivi frequentanti le scuole dell’area metropolitana assegnato in avvalimento dalla Regione Puglia alla Città Metropolitana di Bari e realizzato per oltre 25 anni in collaborazione tra il Centro “Messeni” e la Sezione Provinciale dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti. Si teme,  sulla base dell’esperienza degli anni precedenti,  che anche questo fondamentale servizio di supporto specialistico all’integrazione scolastica degli alunni videolesi difficilmente potrà essere attivato in tempo utile per l’avvio dell’anno scolastico così come richiesto esplicitamente dalla Regione Puglia
- dal mese di gennaio 2017 gli operatori impegnati a prestazione professionale nelle attività diagnostico-terapeutiche ed educativo-riabilitative attivate nel “Messeni”, nonostante siano disponibili le risorse finanziarie necessarie, non sono stati ancora retribuiti, e, tenuto conto che entro il mese di agosto occorre rinnovare gli incarichi agli stessi professionisti, si teme, motivatamente, che la regolare attivazione per il mese di settembre dei servizi realizzati nel Centro sia in serio pericolo

Per quanto sopra esposto, i Consiglieri dell’Istituzione Centro “Messeni”, nominati dal Sindaco della Città Metropolitana per amministrare il Centro di Rutigliano, denunciano che di fatto sono impediti ad assolvere all’attività amministrativa di propria competenza, declinano ogni e qualsiasi responsabilità in merito alle interruzioni di servizio che potranno verificarsi e chiedono, responsabilmente e con la massima urgenza,  un intervento decisivo da parte delle SS.LL. in modo da scongiurare per tempo i disagi per gli utenti disabili visivi della Città Metropolitana sopra paventati.  

 In attesa di tempestivo intervento, gli scriventi porgono cordiali saluti.”.

Clicca qui per visualizzare l'atto originale.  
Clicca qui per visualizzare l'atto in formato accessibile
Find us on Google+